Aree interne, giornata studio all'Unimol

Le Aree interne al centro del dibattito all'Università del Molise in occasione della presentazione dell'ultimo numero di 'Glocale', la rivista semestrale di storia e scienze sociali edita da 'Il Bene comune'. Un focus che ha visto gli interventi del Rettore dell' Ateneo, Gianmaria Palmieri, e di docenti ed esperti. Tra questi, Rossano Pazzagli, direttore del Centro di ricerca per le Aree interne e gli Appennini (Arla) dell'Unimol. "Le aree interne - ha detto - hanno potenzialità che sono state trascurate, depresse e dimenticate nel passato. Nello stesso tempo - ha aggiunto - sono state oggetto di un declino importante. Adesso è arrivato il tempo di studiarle, leggere le loro potenzialità e risorse, per proporre una rinascita che non segua il modello che le ha marginalizzate, quello industriale, ma nuove forme di economia e di relazioni. È solo nell'ottica del cambiamento - ha spiegato - che queste aree hanno una opportunità". Tema di stretta attualità è quello dei migranti. Alla domanda su che ruolo possono avere nello sviluppo di questi territori ha risposto così: "Questo è un aspetto molto importante che viene trattato anche nel volume che presentiamo oggi. Le aree interne sono sempre state zone di accoglienza, si pensi al Molise con le presenze plurisecolari di popolazioni Arbereshe e Croate, frutto di flussi migratori che hanno incontrato territori vuoti e accoglienti nei quali si sono stabiliti. Bisogna raccogliere questa lezione della storia - ha concluso - per ragionare attorno alla possibilità di riempire i vuoti di quel processo di declino cui accennavo prima, anche con nuovi abitanti". (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Primonumero
  2. Isernia News
  3. Il Giornale del Molise
  4. Quotidiano del Molise
  5. L'Eco dell'Alto Molise

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Larino

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...